Stampa la pagina | Close Window

Inquilina

Stampato da: Forum Centro Isa
Categoria: Centro Isa
Nome del Forum: Sogni ed Interpretazioni
Descrizione del forum: sezione dedicata ai sogni e la loro interpretazione
URL: http://www.CentroIsa.com/forum//forum_posts.asp?TID=612
Data di Stampa: 23 Nov 2017 alle 12:14


Topic: Inquilina
Postato da: PHIL
soggetto: Inquilina
Postato in data: 17 Mar 2008 alle 11:54
Ho sognato che mi trovavo in una veranda,seduto su una sedia,e il mio sguardo osservava la veranda che avevo di lato
praticamente attaccata alla mia,e tra la balaustra e il muro verticale vedevo un piccolo pupazzo che si muoveva,per cui mi avvicinai per guardare meglio,e quando ero lì vicino mi accorsi che era manovrato dalla mano di una ragazza che si nascondeva,rannicchiata.La salutai e le dissi che sembrava vero.Era una ragazza che conoscevo e che abitava nello stesso piano del palazzo.Le dissi inoltre che l'avevo notato un'altra volta quel pupazzo,e lei rispose che sapeva.Voleva farmi uno scherzo,ed io sapevo che voleva attirare la mia attenzione in qualche modo,comunque riuscendoci.(Sia il balcone che la casa non rispecchiano la realtà).Quindi ci mettemmo a parlare,e notavo che il suo viso,all'altezza degli occhi aveva delle rughe pronunciate,e allo stesso tempo sentivo attrazione verso di lei,interesse.Ad un certo punto sentii bussare alla porta e quando aprii vidi entrare Gerry Scotti,indisturbato,in giro per la casa,perchè era venuto a controllare quali pareti dovesse abbattere al suo interno,e che l'aveva mandato la signora(?non ricordo il nome,ma pare fosse l'amministratrice del palazzo)...disse il cognome ,e vidi che la casa era dei miei genitori,grande,ma piuttosto buia,e vidi anche mia madre e poi mio padre che disse a Gerry Scotti che glielo avrebbe detto lui all'amministratrice di fare quel determinato lavoro,ma poi cambiò idea dicendo che forse era meglio che ci pensasse lui.Quindi io seguendo la persona di Gerry Scotti mentre faceva il sopralluogo,notai che una anta di legno della porta della veranda,era fuori dai cardini,appoggiata alla parete,allora mi avvicinai e vidi ancora la mia vecchia inquilina,dentro casa stavolta,la quale era appoggiata seminascosta dall'altra anta della porta di legno,e con una mano appesa verso l'alto,dentro una spcie di tirella,una corda,e la sua mano all'interno,per reggersi,e con indosso ancora quel pupazzo di color celeste,con il quale lei voleva farmi uno scherzo.Vidi che fumava una sigaretta,e le chiesi se fumasse da molto,e rispose che già l'aveva fatto.Ma il suo viso non mi sembrava felice,e notavo sempre quelle sue rughe che le davano un non so che di particolare,mi piaceva.Poi mi vidi per strada,attraversarla sulle strisce pedonali,e sulla mia sinistra vedevo motorini e macchine ferme al semaforo,io cercavo di attraversare,ma una moto con un signore passò prima degli altri,forse col rosso,mentre io cercavo di arrivare dall'altra parte della strada,e mi sembrava di non riuscirci,e invece mi accorsi di averla attraversata,e mi trovai in una piazza con tanti ragazzi e ragazze che stavano seduti tra panchine e muretto,e con lo sguardo cercavo proprio la mia inquilina,ma non riuscivo a vederla.Ad un certo punto un ragazzo si avvicinò improvvisamente a me e mi spiaccicò sul viso una sigaretta,ma era già spenta,e se non sbaglio bagnata.Me la tolsi dal viso e andai da lui e feci lo stesso,e in quell'istante sentii una voce di donna in lontananza che gridava a gran voce che dovevo essere più violento,che dovevo distruggere quel ragazzo.Mi voltai e vidi la mia ex inquilina,e stava in mezzo al gruppo dei ragazzi che io conoscevo.
Phil...


-------------
PHIL



Stampa la pagina | Close Window